Select Page

Storie di sostenibilità

Come i grandi marchi hanno preso consapevolezza dell’impatto ambientale del fast fashion

HOME        LEGGI L’ARTICOLO
<div style="position:relative; overflow:hidden; padding:28.1%" ><!-- [et_pb_line_break_holder] --> <iframe id="vzvd-18184355" name="vzvd-18184355" title="video player" class="video-player" type="text/html" frameborder="0" allowFullScreen allowTransparency="true" style="position:absolute; top:0; left:0; width:100%; height:100%;" src="//view.vzaar.com/18184355/player"></iframe></div>
Nel luglio 2018 Adidas si è impegnata a utilizzare solo plastica riciclata entro il 2024. Pur non essendo la prima, è stata una delle aziende più grandi a prendere questa decisione, insieme all’impegno di puntare sull’innovazione per creare una supply chain sostenibile.

L’esempio di Adidas si inserisce in una tendenza più generale, che vede i grandi marchi di abbigliamento acquisire consapevolezza dell’impatto esercitato dal fast fashion sull’ambiente.

Questo filmato accende i riflettori sulla piccola città di San Gallo, che vanta una ricca tradizione nella produzione tessile. Qui troviamo un’azienda che ha scelto una vecchia soluzione all’inquinamento idrico per aiutare i marchi di nuova generazione a eliminare le sostanze chimiche tossiche dagli indumenti che producono.

Il risultato? Prodotti che un consumatore sempre più consapevole sul piano sociale e ambientale non ha difficoltà ad acquistare.

> Leggi l’articolo

CONTENUTI DI ROBECO
Per scoprire tutto quello che c’è da sapere sull’Investimento sostenibile, visita il sito web educativo di Robeco Essentials
Nel luglio 2018 Adidas si è impegnata a utilizzare solo plastica riciclata entro il 2024. Pur non essendo la prima, è stata una delle aziende più grandi a prendere questa decisione, insieme all’impegno di puntare sull’innovazione per creare una supply chain sostenibile.

L’esempio di Adidas si inserisce in una tendenza più generale, che vede i grandi marchi di abbigliamento acquisire consapevolezza dell’impatto esercitato dal fast fashion sull’ambiente.

Questo filmato accende i riflettori sulla piccola città di San Gallo, che vanta una ricca tradizione nella produzione tessile. Qui troviamo un’azienda che ha scelto una vecchia soluzione all’inquinamento idrico per aiutare i marchi di nuova generazione a eliminare le sostanze chimiche tossiche dagli indumenti che producono.

Il risultato? Prodotti che un consumatore sempre più consapevole sul piano sociale e ambientale non ha difficoltà ad acquistare.

> Leggi l’articolo

CONTENUTI DI ROBECO

Per scoprire tutto quello che c’è da sapere sull’Investimento sostenibile, visita il sito web educativo di Robeco Essentials

Per saperne di più